Designbest - Home is where beauty is
Dettagli progetto
Celio Apartment
design Carola Vannini Architecture
2011
Questo importante appartamento situato alle spalle del Colosseo, in una storica via di Roma, è stato completamente ripensato e ridistribuito a seguito di una importante opera di progettazione ed interior design.
Il punto di partenza è stata la principale esigenza della committenza di aprire gli spazi fra di loro e verso l’esterno attraverso le ampie finestre, rendendo così gli ambienti (precedentemente bui e appesantiti da obsoleti elementi decorativi) ariosi e generosamente illuminati dalla luce naturale.
Questo ha comportato la riapertura di alcune finestre precedentemente murate e la demolizione di partizioni che ha reso sia la zona giorno che la zona notte più fluide e dominate da un susseguirsi di urgenze prospettiche.
Elemento cerniera della zona giorno è il volume della cucina che, pur essendo direttamente comunicante con l’ingresso e con l’ampio soggiorno, se ne discosta volumetricamente delineandosi come un corpo galleggiante ed indipendente che non tocca né soffitto né pavimento. La possibilità di aprire (facendole totalmente scomparire all’interno di doppie pareti appositamente realizzate) o chiudere le porte scorrevoli in vetro satinato, restituisce all’occorrenza la privacy e l’isolamento all’ambiente cucina.
Il soggiorno è dominato da linee essenziali che si integrano con gli arredi, molti dei quali sono realizzati artigianalmente e su disegno dell’architetto.
Le generose aperture fra soggiorno, ingresso e cucina, oltre ad assicurare una totale flessibilità di utilizzo, creano un gioco di molteplici prospettive architettoniche, evidenziate dalla presenza di fughe luminose realizzate con fasce di led multicolore.
La zona notte è organizzata attorno ad un corridoio di distribuzione. Questo è progettato in modo da dilatare gli spazi ed enfatizzare i giochi di luce.
Un lungo e capiente armadio a muro che si integra perfettamente con l’architettura e le linee geometriche dell’appartamento, rinuncia ai classici sportelli, per rivestirsi di pannelli in plexiglass stampato e retroilluminato, creando un effetto di dilatazione degli spazi.Nicchie illuminate si alternano alle ante contenitrici in modo da creare un gioco vuoto-pieno che alleggerisce e valorizza ancor più la parete.
La camera padronale, illuminata da due ampie finestre è caratterizzata dalla presenza di una pedana rivestita in resina grigia spatolata che crea un continuum con il pavimento in parquet e nella quale è alloggiata la vasca idromassaggio installata a filo pavimento.
Il bagno padronale segue cromaticamente i toni della camera da letto e mantiene linee architettoniche essenziali.
Proseguendo nella zona notte si arriva alla camera della bimba che a sua volta conduce nel proprio bagno privato.
Si apre qui un mondo separato dal resto della casa, fiabesco, che richiama al gioco e alla giovanissima età della figlia dei padroni di casa.
Il viola domina sia nella camera che nel bagno, grazie alla resina spatolata che ne ricopre interamente le pareti.
In questa zona della casa è collocato il bagno degli ospiti, caratterizzato da un intenso cromatismo che va dal rosso al bianco del rivestimento in resina. In questo ambiente, prospiciente la zona palestra, è collocato un hammam da utilizzarsi all’occorrenza anche solo come cabina doccia.
Nota cromatica di rilievo è il lavabo, unico elemento che si discosta dal doppio cromatismo rosso-bianco dei rivestimenti e degli accessori.
Al termine del corridoio vi è lo studio privato del proprietario; questo gode di un secondo ingresso, proprio per favorirne all’occorrenza un utilizzo indipendente dal resto dell’appartamento.

Altri Progetti di Carola Vannini Architecture

Tutti i progetti